Chiudi Menu
CONOSCI LA FORMAZIONE DEL TUO OSTEOPATA?

Calle Legrenzi, 2, Mestre Venezia

26 Marzo 2019

CONOSCI LA FORMAZIONE DEL TUO OSTEOPATA?

Il 22 dicembre 2017 il Decreto lgs Lorenzin ha riconosciuto l'osteopatia come disciplina sanitaria, mancano però ancora il percorso formativo ufficiale e l'inquadramento fiscale "sanitario".

Ho scoperto in questi giorni l'esistenza di un master di un anno, ON-LINE, per diventare "osteopata" (l'uso delle virgolette è d'obbligo). Istruirsi on-line in una disciplina manuale è quanto meno un controsenso.

Colgo quindi l'occasione per invitare tutti a informarsi bene e a non aver paura di chiedere al professionista, a cui si affiderà il proprio corpo in un momento di difficoltà, quale sia stata la sua formazione. L'attuale periodo storico lo rende più che mai necessario.

Infatti non basta il titolo di osteopata scritto su una placca o su un biglietto da visita; esso, al momento, può significare ben poco. Ci sono scuole e ci sono corsi di varia durata; la disciplina osteopatica è uno strumento potente e si presta a diventare un buon affare per chi vende formazione prima che lo Stato la limiti ma soprattutto la tuteli. Vi sono osteopati che hanno fatto solo un percorso, come fosse un'università; ve ne sono altri che hanno una vera e propria laurea pregressa in fisioterapia o scienze motorie, a cui hanno aggiunto un percorso in osteopatia di 6 anni solitamente.

L'esistenza di un master online, di corsi di un anno, due anni o mesi rappresentano un rischio per il paziente. Il pericolo è di due tipi: il primo è aggravare il problema per il quale è stato contattato l'osteopata; il secondo, se il sintomo non viene peggiorato ma nemmeno risolto, è far perdere la fiducia del paziente nella disciplina che così a stento darà fiducia ad un altro membro della stessa categoria, accantonando l'approccio osteopatico.

Accetto il passaparola: "me l'hanno consigliato... è uno bravo", ma per non correre rischi la soluzione è, arrivati nello studio dell'osteopata, chiedere che tipo di percorso sia stato intrapreso.
Facebook
Whatsapp
Telegram
Twitter
Google Plus