Chiudi Menu
GAMBE GONFIE, L'OSTEOPATA AIUTA
18 Luglio 2018

GAMBE GONFIE, L'OSTEOPATA AIUTA

Soprattutto con il calore possono aumentare i problemi di stasi venosa, cioè quella sensazione di gambe gonfie che qualcuno, magari con lavori statici, già sperimenta durante l'anno a seguito di giornate particolarmente pesanti.
L'edema e la pesantezza alle gambe derivano dall'accumulo di liquidi che dal torrente circolatorio passano all'interstizio tra cellula e cellula per difficoltà di drenaggio.
 
Quando questo fenomeno tende a comparire soprattutto a fine giornata, e a ridursi con l'arrivo del fresco e il termine della stagione calda, si possono escludere malattie sistemiche come insufficienza cardiaca, renale, epatica, ipertensione, ipotiroidismo, etc. dalle cause. Nel dubbio comunque è sempre bene avvalersi della consultazione di un angiologo che possa scartare l'ipotesi di patologie che richiedano un trattamento medico per stabilizzare la situazione.
 
Dal punto di vista osteopatico, sarà compito dell'osteopata valutare il soggetto nella sua globalità e rimuovere le limitazioni che portano al ristagno di liquidi. La mobilità che l'osteopata controllerà sarà sia ossea (piedi, gambe, bacino, zona lombare); sia viscerale (intestino, fegato, organi del piccolo bacino); che tissutale (cicatrici). Saranno poi prese in considerazione problematiche posturali di carattere ascendente o discendente che potrebbero turbare, a distanza, l'equilibrio-funzionamento del corpo.
 
Facebook
Whatsapp
Telegram
Twitter
Google Plus