Chiudi Menu
LE CAUSE DELLA PUBALGIA SECONDO L'OSTEOPATIA

via enrico toti 1, olmo di martellago

19 Febbraio 2019

LE CAUSE DELLA PUBALGIA SECONDO L'OSTEOPATIA

L'osteopatia si occupa di valutare la qualità del movimento articolare e tissutale; le cause della pubalgia quindi sono da ricercarsi in un blocco totale o parziale della mobilità. Nel primo caso la causa è pressoché sempre traumatica. Nel secondo invece le cause sono da ricercare altrove: tensioni muscolari, problematiche viscerali, limitazioni di movimento in altri comparti.

Il pube, o meglio l'osso iliaco, è in rapporto con l'osso sacro, con il femore (per l'articolazione dell'anca e muscoli che li uniscono direttamente), e con le ultime vertebre lombari (per la presenza di alcuni legamenti collegati all'ileo). Quindi la pubalgia potrebbe manifestarsi anche per disfunzioni (alterazioni nel range di movimento) di queste altre ossa e relative articolazioni.
Ad esempio, se nel camminare o correre ci fosse una tensione anomala ai legamenti ileo-lombari con  conseguente ridotta partecipazione del comparto lombare all'alternanza di movimenti, ciò si tradurrebbe in un'ipermobilità a livello pubico e un aumentato rischio di infiammazione.

Nel caso si dovesse riscontrare una mobilità pubica non manifestamente compromessa, sarà l'anamnesi ad indicare all'osteopata il possibile iter terapeutico da prendere: viscerale o cranio-sacrale.
Facebook
Whatsapp
Telegram
Twitter
Google Plus

Link utili