Chiudi Menu
Campi d'azione

Campi d'azione

Ampie sono le casistiche in cui l'approccio osteopatico può essere applicato per riportare il benessere. Il sintomo non è altro che il segnale scelto dal corpo per comunicarci le sue difficoltà. L'osteopata attraverso anamnesi, osservazione e palpazione interpreta il dolore manifestato e stimola di conseguenza il corpo affinché possa riorganizzarsi. I sintomi sono davvero i più disparati e riguardano tutti gli apparati e sistemi del corpo umano.

Di seguito una lista con i principali campi d'azione:

Campi d'azione

Campi d'azione

L'elenco delle voci citate non può essere esaustivo, ma vuole essere la presentazione della maggior parte delle casistiche, le più comuni. L'essere umano infatti è complesso e le sue risposte creano un'infinità di variabili. Per questo motivo può sempre essere utile un colloquio con un osteopata. Infatti anche nei casi di patologia il corpo può essere aiutato nella ricerca di un miglior equilibrio generale. In questo caso mentre la medicina si occupa della patologia, l'osteopatia (medicina complementare manuale) può lavorare in parallelo per migliorare la qualità di vita del soggetto accompagnando il trattamento medico specifico, evitando adattamenti indesiderati da parte del corpo e stimolando la sua naturale capacità di autoguarigione.

L'osteopatia non si applica a danni anatomici gravi e alle urgenze mediche. In questi casi, infatti, non si tratta di individuare l’origine del problema che ha permesso alla patologia di instaurarsi, ma di agire in fretta, poiché la malattia non può più essere combattuta con le sole forze dell’organismo. Nel caso in cui il soggetto consultasse prima l’osteopata, sarà quest’ultimo a indirizzarlo al medico di base o ad uno specialista riconoscendo la gravità della situazione. Successivamente, rientrata l'emergenza medica, l'osteopata potrà nuovamente intervenire accompagnando la persona insieme ai medici per facilitare il ritrovamento della propria salute.